Arruolarsi nell’Esercito Italiano: tutte le informazioni sui concorsi

ARRUOLAMENTO ESERCITO – Come funziona l’arruolamento nell’Esercito Italiano? Negli anni il sito dell’Esercto è diventato sempre più chiaro con tante informazioni utili sull’orientamento per gli arruolamenti nell’Esercito Italiano, i concorsi dell’Esercito Italiano, e tutte le possibilità che l’Esercito propone a chi vuole intraprendere una carriera militare. Si può sempre scegliere quanto a lungo stare nell’Esercito Italiano, con contratti a tempo o indeterminati, con specifiche funzioni di comando o come operatore specializzato; ci sono tanti diversi motivi che spingono un/una giovane a entrare nell’esercito. Come si legge nel sito della Difesa, “se senti che la la tua vita puo essere dedicata agli altri nel senso più ampio del concetto, allora l’Esercito è il posto giusto per te”. Ecco tutte le informazioni sull’arruolamento nell’Esercito Italiano.

BANDI ESERCITO VFP1 2017

UFFICIALI E SOTTUFFICIALI – Ci sono vari percorsi percorribili per entrare nell’Esercito Italiano: Ufficiali – Marescialli – Sergenti – Graduati – Militari di Truppa – Scuole Militari. Ma è meglio partire dalle proprie aspirazioni per capire quale è il percorso più adatto alle proprie caratteristiche e alle propria preparazione. ​​Se si sceglie di puntare a incarichi operativi e di comando, con l’obiettivo di assumere responsabilità crescenti, insomma se si punta a traguardi d’eccellenza, la strada è quella di diventare Ufficiale. Invece se ci si vuole mettere alla prova in incarichi operativi e di comando in piccole unità, rimanendo sempre a diretto contatto con gli uomini, oppure se ci si vuole specializzare come operatore tecnico di sistemi d’arma, mezzi terrestri ed aerei, conseguire un titolo di studio di valore europeo, bisogna indirizzarsi alla Scuola Sottufficiali dell’Esercito.

CONCORSI ESERCITO – Coloro che sono interessati all’azione diretta e al lavoro manuale su base tecnica devono puntare ai concorsi per Volontari nell’Esercito Italiano. Se siete ancora in età scolastica ma avete le idee già molto chiare per il vostro futuro le Scuole Militari offrono una formazione culturale e militare di alto profilo. Il sito molto curato dell’esercito fornisce tutte le informazioni utili per entrare nell’Esercito Italiano a seconda del profilo che pensi possa fare al caso tuo: Granatiere, Bersagliere, Alpino, Paracadutista, Lagunare, Incursore, Acquisitore Obiettivi, Ranger, Pilota, Cavaliere, Cinofilo, Soccorritore, Artigliere, Geniere, Ingegnere Militare, Fante, Trasmettitore, Logista. Vai su www.esercito.difesa.it/concorsi-e-arruolamenti

TITOLO DI STUDIO ESERCITO – Non c’è bisogno di girarci intorno: il titolo di studio conta sempre, anche nei concorsi e nell’arruolamento dell’Esercito Italiano. A seconda del titolo di studio in proprio possesso si può scegliere la forma di arruolamento più adatta. Le regole sono molto chiare, sono espressamente specificate anche sul sito che vi abbiamo linkato poco più su. Se non si ha un diploma ma solo il titolo di terza media, è possibile partecipare all’arruolamento come Volontario in Ferma Prefissata di 1 anno. Invece se si è iscritti al secondo anno del Liceo e si verrà promossi al terzo è possibile fare domanda per le Scuole Militari: Liceo Classico, Scientifico e Scientifico Europeo. Se volete entrare nell’Esercito Italiano e avete un diploma di maturità (o titolo equipollente) potete naturalmente partecipare ai concorsi per volontari ma anche ai concorsi per Maresciallo ed alcuni di quelli da Ufficiale. Si sale di livello in caso di conseguimento di laurea o di laurea specialistica o di master post universitario: è infatti possibile concorrere per fare l’Ufficiale a Nomina Diretta. E non è tutto: se oltre alla laurea si ha anche esperienza e professionalità di anni e anni, c’è la possibilità di entrare nel bacino della Riserva Selezionata. ​

ETA’ ARRUOLAMENTO ESERCITO – Le norme relativa all’età per l’arruolamento nell’Esercito Italiano sono chiare. Eccole: non sono previste deroghe. A partire dai 15 fino ai 17 anni si può concorrere per le Scuole Militari. Poi quando si compiono 17 anni le scelte aumentano moltissimo: da 17 a 26 per i Marescialli (elevato a 28 per chi è già militare); da 17 a 22 per l’Accademia Militare (elevato fino a tre anni per il servizio prestato per chi è già militare); da 18 a 25 per i Volontari in Ferma Prefissata di 1 anno; fino a 32 anni per concorrere per gli Ufficiali a Nomina Diretta; fino a 38 per gli Allievi Ufficiali in Ferma Prefissata; fino a 54 anni per gli Ufficiali della Riserva Selezionata.

DURATA ARRUOLAMENTO ESERCITO – Si possono dividere in due gruppi i concorsi che prevedono il Servizio Permanente e i concorsi per un impiego temporaneo nell’Esercito Italiano. Il servizio permanente riguarda i seguenti concorsi: UFFICIALI (Accademia Militare; Nomina diretta). SOTTUFFICIALI (Maresciallo; Maresciallo Orchestrale). VOLONTARI di TRUPPA (Volontari in Servizio Permanente). La ferma temporanea invece riguarda i seguenti concorsi: UFFICIALI (Ufficiali in Ferma Prefissata; Ufficiali della Riserva Selezionata); SCUOLE MILITARI (Allievo delle Scuole Militari). VOLONTARI di TRUPPA (Volontari in Ferma Prefissata ad 1 anno; Atleta Militare Volontario in Ferma Prefissata a 4 anni).

CONCORSI INTERNI ESERCITO – I Concorsi Interni sono rivolti ai componenti della Forza Armata che intendano migliorare la propria posizione militare. Attraverso i Concorsi Interni è possibile transitare nel Servizio Permanente per i Volontari di Truppa, concorrere per il Ruolo Sergenti, oppure concorrere per l’avanzamento al grado di primo maresciallo, accedere ai Concorsi per l’Accademia o la Scuola Marescialli attraverso delle corsie preferenziali ovvero entrare nel Ruolo Speciale degli Ufficiali.

Per saperne di più su ARRUOLAMENTO CONCORSI ESERCITO ITALIANO: http://www.esercito.difesa.it/concorsi-e-arruolamenti

esercitoarruolarsi nell'esercito