Fca, 1.000 nuove assunzioni negli stabilimenti in Italia

ASSUNZIONI FCA – Mille nuove assunzioni Fiat, o come ormai si deve dire, mille nuove assunzioni del gruppo Fca. Dopo le passate 1.500 assunzioni già attuate allo stabilimento di Melfi, il gruppo Fca ha deciso di procedere con altre mille assunzioni in una mezza dozzina di stabilimenti italiani sia per far fronte all’aumento produttivo dello stabilimento lucano, sia per attrezzarsi in vista del lancio dei nuovi modelli Alfa Romeo. L’annuncio arriva direttamente da Alfredo Altavilla, Chief Operating Officer del gruppo Fca dell’area Emea in un incontro con i sindacati metalmeccanici firmatari del contratto all’Unione industriali di Torino.

Nello specifico Altavilla ha spiegato che nello stabilimento di Melfi (dove si producono 500X e Renegade) dove sono previste ulteriori 600 assunzioni delle mille previste, si dovrà raggiungere una produzione di 1.200 veicoli al giorno per far fronte alle richieste di mercato. Gli altri stabilimenti interessati dalle assunzioni sono quelli di Cassino e Termoli con un centinaio di nuove unità ciascuno, di Verrone in Piemonte (170 unità) e per il resto l’impianto di Atessa (Chieti) della Sevel e di Cento (Ferrara) della Vm.

NOTIZIA STRAORDINARIA – Davverobuone notizie: le assunzioni si faranno a Melfi, alla Sevel, a Cassino, a Termoli, a Verrone (Biella) e a Cento (Ferrara). A Melfi, in particolare, sono previste 600 assunzioni, le prime 250 delle quali entro giugno con l’obiettivo di portare la produzione a 1.200 vetture al giorno. Alla Sevel le assunzioni saranno 200, a Verrone 170. E’ inoltre previsto l’inserimento di cento giovani sul progetto Alfa Romeo a Cassino (50) e Termoli (50), destinati a ruoli importanti di team leader. Gli ingressi saranno accompagnati dalla salita dei volumi e al rientro dalla cassa integrazione e per quanto riguarda Mirafiori, l’inizio della produzione SUV Maserati Levante a fine anno.

Ecco le parole del segretario generale della Fim-Cisl, Marco Bentivogli: “l’annuncio delle nuove assunzioni che si aggiungono a quelle annunciate nei mesi scorsi a Melfi, sono una notizia straordinaria frutto dell’aver ricreato le condizioni per tornare ad investire attraverso gli accordi sindacali firmati nel gruppo Fca”. “Di fronte alle buone notizie – ha aggiunto Bentivogli – ci auguriamo che si superino i due tradizionali atteggiamenti tipici italiani: il primo di coloro che sono stati a guardare e ora si cercano di accaparrare i meriti, il secondo di chi ha ostacolato in tutti i modi accordi e investimenti e ora fa di tutto per nascondere queste buone notizie”.

ACCORDI SINDACALI – “L’annuncio di nuove mille assunzioni della FCa negli stabilimenti italiani è un fatto estremamente positivo, insieme alla stabilizzazione dei 1500 dipendenti assunti a Melfi ed al rientro della cassa integrazione e dei contratti di solidarietà in tutti gli stabilimenti entro il 2018”. E’ quanto sottolinea il segretario generale della Cisl, Annamaria Furlan.

“Il fatto che una grande azienda come la Fca continui ad assumere lavoratori, soprattutto giovani, è importante non solo per il futuro dell’azienda automobilistica ma per tutto il sistema-paese. Speriamo che ci siano altre imprese che seguano l’esempio della Fca di investire nel nostro paese, con prodotti competitivi, innovativi e di alta qualità. Queste nuove assunzioni, va ricordato, non sono ascrivibili – osserva – solo alla decontribuzione ed agli sgravi previsti dall’ultima legge finanziaria, ma sono il frutto degli accordi innovativi e responsabili sottoscritti dalla Cisl, in particolare dalla Fim Cisl, insieme ad altri sindacati, con l’azienda, accordi che hanno permesso proprio i nuovi investimenti, modificando l’organizzazione del lavoro ed i processi di produzione con la piena condivisione dei lavoratori”.

assunzioni fca

Lascia un commento